E-commerce ed export

E-commerce ed export

1'

L’internazionalizzazione delle PMI è un processo delicato che richiede tempo e denaro. Quella che chiamiamo Digital Disruption sta cambiando il modo in cui le aziende fanno business, così come il modo in cui le imprese possono comunicare con i loro clienti in tutto il mondo. Il Web Marketing ci sta guidando verso una nuova era, dove le aziende smettono di fare pubblicità, per (ri)cominciare a comunicare.

L’e-commerce è uno dei canali che le PMI possono utilizzare per comunicare e vendere su Internet. L’online shopping può essere una grande opportunità per l’avvio o il consolidamento del proprio business, anche al di fuori del mercato domestico, offrendo agli imprenditori la possibilità di approcciare nuovi Paesi, a una frazione del costo di un processo di internazionalizzazione tradizionale.

Grazie al commercio elettronico, i potenziali clienti possono:

  • risparmiare tempo;
  • scegliere all’interno di un’ampia gamma di prodotti;
  • trovare rapidamente una risposta alle proprie esigenze;
  • comparare prodotti e servizi per prezzo, qualità e caratteristiche;
  • riflettere liberamente sulle proprie decisioni d’acquisto;
  • salvare le proprie preferenze per gli acquisti futuri;
  • mantenere la traccia delle spedizioni;
  • acquistare 24 ore su 24.

In ambito internazionale, il cliente può accedere a prodotti e servizi tipicamente non disponibili sul proprio mercato.

Dallo studio di Casaleggio Associati, pubblicato ad Aprile 2016 e disponibile a questo link, risulta evidente come anche le aziende italiane riescano a sfruttare questo canale di vendita ai fini dell’internazionalizzazione.

Nel 2015, infatti, il fatturato delle aziende italiane generato tramite il commercio online estero è stato in media del 27%.

casaleggio

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

No Trackbacks.